Cos’è questo sito

Ben arrivato sul sito teraglyph.com. Se stai navigando in questa pagina, è perché vuoi sapere qualcosa di più riguardo questo progetto e capire come funziona il sito. Benvenuto, mi presento: mi chiamo Valentina e sono la gestrice di questo piccolo spazio sperduto nel web 🙂

Per spiegarti cos’è teraglyph.com partirò dal suo nome, scomponendolo nelle sue due parti essenziali: tera e glyph.

Il termine tera è un suffisso che indica la cifra 10004, ovvero 1 000 000 000 000, ovvero mille miliardi.

Il termine glifo, invece, deriva dal greco e indica un’incisione, un simbolo. Oggi, in informatica il termine glifo è così definito: “la forma reale (modello di bit, sagoma) di un carattere. Lo standard ISO/IEC 9541-1:1991 definisce un glifo come un simbolo grafico astratto riconoscibile indipendente da ogni disegno specifico” (fonte: w3c.it)

Quindi, in altre parole, teraglyph vuol dire mille miliardi di segni. Mille miliardi di lettere 😉

Siamo circondati da parole

Se sei un divoratore di libri, saprai anche che esistono numerosi blog letterari – in inglese, lit-blog – che trattano di recensioni e anteprime dei prossimi romanzi in uscita. Di solito, questi blog sono gestiti in piccolo, da persone appassionate e hanno un aspetto giocoso, molte volte amatoriale, creati su piattaforme quali la potentissima blogger di google.

Nel creare questo sito mi sono chiesta: quanti libri può leggere e recensire una persona, nel corso di un anno? Trenta? Cinquanta?

Quanti libri escono ogni giorno in libreria?

Recensione libri o circuito letterario

L’idea dietro questo sito è quella di creare una sorta di circuito di bloggers, non una vera testata giornalistica (in quanto aggiornato in maniera del tutto casuale e non periodica) ma un raccoglitore che dia voce non ad una persona, ma a decine se non centinaia di bloggers che abbiano voglia di collaborare.

Il progetto è ambizioso, anche perché al momento a scrivere ci sono solo io (eheh). E benché io sia un gran divoratrice di libri, è ovvio che non possa – da sola – raggiungere quei numeri che vorrei vedere e spaziare da romanzo a romanzo con eguale dedizione e amore.

Dunque il progetto nasce già con una falla di base? Sì, forse. O forse no.

Nel dettaglio, la domanda cruciale è: come farò a riempire di contenuti un sito che, su carta, dovrebbe avere solo i contenuti che io posso fornire e che – per ovvie ragioni – sono assai limitati nel corso del tempo? (Ovvero, ridotti al numero di romanzi che, in quanto persona umana che vive in un contesto spazio-temporale e lavorativo ben definito, riesco a leggere nell’arco di un anno?)

La risposta a questa domanda prevede due strategie.

  • Nei primi tempi, il blog riporterà recensioni liberamente tradotte dall’inglese e dal francese. Non saranno opinioni mie personali, per ovvie ragione, ma là dove possibile cercherò di fornirvi le recensioni più interessanti e – in caso di divergenza di opinioni – anche più recensioni alternative in modo da riportare entrambe le facce della moneta.
  • Crescendo, il blog accetterà collaboratori in forma di collaboratori esterni, autori di recensioni. Ogni autore avrà la propria pagina personale e scheda e tutti gli articoli riporteranno, in calce, la sua firma. Questo dovrebbe permetterci di creare quel circuito di recensioni che mi auspico teraglyph.com possa diventare.

A corollario di tutto ciò, chiaramente, ci saranno le mie recensioni personali e le iniziative di segnalazine di romanzi in uscita e news che coinvolgano il mondo letterario.

Credo sia tutto. Solo il tempo riuscirà a dire se il progetto di creare un circuito di recensioni letterarie è riuscito, oppure no. Per intanto, buona navigazione e soprattutto, buona lettura!

Lost Password